infoline +39 3391463964 | info@torredivico.it

Numerosi sono gli eventi culturali e folkloristici che interessano Viterbo e i suoi dintorni, oltre alle sagre che interessano i paesi della provincia lungo il corso dell’anno.

Tra aprile e maggio le vie del centro storico si colorano di fiori per San Pellegrino in Fiore che – oltre alla presenza di numerose bancarelle floreali, di artigianato e di prodotti enogastronomici – vede anche la presenza di mostre d’arte e rievocazioni storiche.

Tra giugno e luglio: la rassegna di interesse nazionale Caffeina Cultura, che riempie le vie più suggestive del centro storico di Viterbo con un fitto calendario di eventi sempre molto partecipati con ospiti italiani e stranieri di primo piano, quali scrittori e giornalisti, registi e cantanti, attori e disegnatori (si può ricordare la presenza nelle scorse di Saviano, Capossela, Lilin, Lerner, Vauro, Cristicchi…). A presentazioni di libri si accompagnano rappresentazioni teatrali e mostre di fotografia. Al cinema è dedicato invece nello stesso periodo il Tuscia Film Festival, le cui serate con attori, sceneggiatori e registi e le proiezioni hanno luogo sia a Viterbo che nella sua provincia che tanto spesso è stata scelta come set cinematografico da registi come Fellini, Zampa e, soprattutto Pasolini e Monicelli che amavano particolarmente la Tuscia. Ogni anno il Tuscia Film Fest assegna il Premio Pipolo, in onore del noto regista e sceneggiatore viterbese.
Sempre la “settima arte” nelle ultime settimane di luglio è al centro dell’Est Film Festival, che ha luogo nella suggestiva cornice della Rocca dei Papi e nelle piazze di Montefiascone. Registi e attori incontrano il pubblico al margine delle proiezioni e si assegna il Premio Arco d’oro. Uno specifico concorso è dedicato ai cortometraggi.
Da luglio a settembre si susseguono le serate di due importanti rassegne musicali molto apprezzate dal numerosissimo pubblico: Tuscia in Jazz, i cui concerti si svolgono in diversi comuni della provincia, e Tuscia Operafestival, che propone un calendario di eventi particolarmente raffinati che spaziano dai concerti sinfonici alla musica pop di qualità, dal flamenco all’opera.

A settembre avviene l’evento sicuramente più suggestivo: l’antica tradizione (sin dal XIII secolo) del trasporto della Macchina di S. Rosa. Ogni sera del 3 settembre una torre di metalli leggeri e vetroresina (ma un tempo fabbricata con ferro, legno e cartapesta), illuminata da fiaccole naturali ed elettriche e alta quasi trenta metri e pesante cinque tonnellate, viene trasportata a spalla da un centinaio di cittadini vestiti di bianco con una fascia rossa in vita, detti “Facchini”, per le vie strette e oscurate del centro storico fino a giungere al santuario della patrona. Il trasporto Macchina, la cui silouette che richiama spesso gli elementi simbolici della città viene trasformata integralmente ogni cinque anni, è uno spettacolo unico al mondo e impossibile da descrivere a parole o con immagini. Proprio per questo motivo richiama la presenza di moltissimi turisti da varie parti d’Italia e anche del mondo. Nei giorni precedenti e successivi al trasporto la città di Viterbo è animata da un ricco calendario di eventi (dal trasporto di due “mini macchine” effettuato da bambini ad un corteo storico, da mostre d’arte a numerosi concerti e rappresentazioni teatrali) che vanno sotto il nome di Settembre Viterbese.

Continuando ad usare il sito, accetti l'uso dei cookie. più informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close